venerdì 16 maggio 2008

Mosca Atomica

Chi mi conosce bene, ma veramente bene, saprà del mio amore a tutto tondo per lo sport. E si sarà senz'altro stupito nel non trovare nessun post "sportivo". Meditavo da tempo di aprire una rubrica, ma quello nei prossimi giorni. Sempre chi mi conosce molto bene sà del mio amore per il basket (ho giocato per cinque anni), e ieri ha purtroppo giocato la sua ultma partita un grande della pallacanestro italiana. Gianmarco Pozzecco, alias mosca atomica, a 36 anni ha chiuso una carriera in cui ha fatto impazzire i tifosi e anche i più acerrimi nemici. Poz ha dato tanto al basket italico, non ricevendo indietro tutto quello che si sarebbe meritato. Io, tifoso Fortitudino da sempre, ho incominciato ad ammirare il Poz quando da giovane ha fatto vincere lo scudetto della stella a Varese. Pozzecco è uno di quei giocatori pazzoidi (con la nazionale ha avuto rapporti più che burrascosi proprio per il suo modo di essere) ma di puro talento. Chi si dimentica il piccolo Poz coi capelli rossi che tira in faccia al gigante Tim Duncan nella sfida agli Spurs. Poz che nel torneo preolimpico del 2004 fa letteralmete a pezzi gli Americani, Poz che tenta l'avventura Nba (Toronto, sei sicura di aver fatto un affare preferendogli Arroyo?) e torna indietro dopo la Summer League. Poz che strappa la lavagna dalle mani di coach Repesa e chiude l'avventura fortitudina. Poz che in Nazionale fa imbufalire Tanjevic, fa arrabbiare persino l'amico Recalcati, ma vince lo stesso un mitico argento olimpico ad Atene. Poz zar di Mosca, coperto di soldi dal Khimky. Poz che torna in Italia e gioca in Sicilia la sua ultima grande stagione. Poz che a 36 anni ha vinto il titolo di miglior play della stagione, ed è stato di sicuro uno dei miglior play italiani degli ultimi vent'anni! Ma il Poz giocatore è stato emozione vera, genio in attacco e sregolatezza in difesa. Passione allo stato puro.
Per tutto questo . . . GRAZIE MOSCA ATOMICA

1 commento:

Anonimo ha detto...

Pozzecco è un GENIO!!! temperamento, velocità, famoso per i suoi passaggi geniali e le sue giocate fantasiose. Il suo carattere ah fatto sì che diventasse uno dei giocatori piu amati d' Italia.

peccato che si ritiri