martedì 15 febbraio 2011

Sanremo? No grazie. O forse si!

Da oggi inizia come ogni anno di questo periodo il Festival di Sanremo, o meglio, per la precisione, la 61° edizione del Festival.
E come ogni anno in Italia il mondo si ferma, o meglio si ferma la televisione.
Se siete amanti di questa messa letteralmente cantata, allora per voi non c'è nessun problema, ma per chi come me e come per altri milioni di persone Sanremo è una tortura, allora iniziano i guai.
Come dicevo la TV si ferma, non fanno niente che possa contrastare il Festival e chi non ha il satellite, come me, si deve ingegnare in qualche modo per passare una tranquilla serata a casa. Naturalmente se si può si esce!!!
Allora che fare? Se ormai siete padroni dello streaming video non ci dovrebbero essere problemi. Io per esempio ormai la TV la guardo poco e niente, la mia "TV" è il computer. In questo caso ci si può guardare qualsiasi cosa sul monitor del PC.
Se non siete pratici dello streaming video (comunque non ci vuole una laurea) o non avete una connessione adatta, allora le cose si complicano.
Ma c'è un'ancora di salvezza per tutti.
La GIALAPPA'S BAND.
Anche quest'anno, come ormai tradizione, seguiranno (si fa per dire) il Festival sulle frequenze di RTL 102.5.
Ormai chi non conosce la Gialappa's Band e quello di cui sono capaci? Seguire il festival con i loro commenti dissacranti e le loro prese in giro è uno vero spasso. A me è capitato e devo dire che non sembra per niente di vedere Sanremo (anche perchè le canzoni non vengono quasi minimamente sentite).
Quindi se volete potete accendere la TV su RaiUno, abbassare il volume e accendere la radio.
Vi riporto il link dello streaming live di RTL 102.5 per chi vuole ascoltarlo da Pc.
QUI
CIAO

2 commenti:

Anonimo ha detto...

beh, almeno luca e paolo si sono ricordati di essere degli ex Cavalli Marci. i loro sketch sono stati molto in stile cavalli marci ed è stata la cosa migliore del programma. Molto bella la canzone "Ti Sputtanerò"...chissà se adesso non metteranno censure ai loro testi e quindi si dovranno appiattire al programma.
Speriamo di no

Anonimo ha detto...

gufo con gli occhiali
;)