giovedì 17 febbraio 2011

Tribunale Ordinario o Tribunale dei Ministri?


Cerchiamo di fare un po' di chiarezza.
Lunedi 14 febbraio il gip Cristina Di Censo ha rinviato a giudizio immediato Silvio Berlusconi e la prima udienza dovrebbe aver luogo il 6 aprile. Fin qui dovrebbe essere tutto chiaro.
La linea difensiva del Presidente del Consiglio, al di là delle varie leggi ad personam distruggi-processi che il Parlamento tenterà di approvare anche andando contro regolamenti e istituzioni, si focalizzerà principalmente su un punto: la presunta incompetenza della magistratura ordinaria a giudicare Berlusconi, e il trasferimento degli atti al Tribunale dei Ministri. Il perché di questa mossa è facilmente intuibile. Nel caso in cui il giudizio fosse ritenuto competenza del Tribunale dei Ministri, il Parlamento dovrà autorizzare i giudici a procedere nei confronti dell’imputato. E il Parlamento, certamente, negherà l’autorizzazione!
Cerchiamo di capire. Ha ragione a chiedere il trasferimento al Tribunale dei Ministri, o no? Vediamo cosa dice la legge.
La competenza del Collegio ministeriale interviene laddove si ravvisi che il reato integrato dal Premier sia stato commesso nell’esercizio delle sue funzioni.
Il punto è questo. Per far si che il reato commesso rientri nell’esercizio delle funzioni di presidente del Consiglio, è necessario dimostrare che Berlusconi era realmente convinto che Ruby fosse la nipote di Mubarak, quando fece la famosa telefonata in questura. Solo così infatti la concussione sarebbe stata integrata per scongiurare una presunta crisi internazionale tra Italia ed Egitto. Insomma, la Corte Costituzionale, che giudica di chi sia la competenza, dovrebbe credere che Ruby, prostituta minorenne marocchina, sia stata davvero conosciuta dal nostro Presidente del Consiglio in qualità di nipote dell’ex dittatore egiziano.
Vogliamo dire che ci troviamo nel caso parola mia contro la tua e si voglia credere a tutto questo? Ok diciamolo.
Ma a questo punto non si capisce perché la nipote di un leader straniero non fu affidata a persone di fiducia, essendo stata invece consegnata alle cure di un’altra prostituta, Michelle. Né tantomeno si spiegherebbe perché Berlusconi non si sia più preoccupato di che fine avesse fatto la povera Ruby subito dopo il rilascio da parte della questura. Non si capiscne nemmeno perché Berlusconi non abbia chiamato il Ministero di competenza, quello degli Esteri, e l’ambasciata al Cairo per mettere Mubarak al corrente delle condizioni della sua familiare. E dulcis in fundo non si spiega perché i rapporti internazionali debbano spettare al premier e non, come vuole la Costituzione (art. 95), al Ministro che occupa la Farnesina, l'onorevole Frattini. Se veramnete si temeva una crisi internazionale tutte queste riflessioni erano assolutamente necessarie.
Quindi a questo punto a voi le riflessioni e a voi le risposte.

Voglio infine ricordare che l’ articolo 317 del Codice Penale, che regola la concussione, dice: “Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio che, abusando della sua qualità e dei suoi poteri costringe o induce taluno a dare o promettere indebitamente, a lui o ad un terzo, denaro od altra utilità, è punito con la reclusione da quattro a dodici anni”.

3 commenti:

fortheworld ha detto...

We try to do some 'clarity.
Monday 14 February, the investigating magistrate Cristina Di Censo indicted immediate Silvio Berlusconi and the first hearing should take place on April 6. So far, everything should be clear.
The defensive line of the Prime Minister, despite the various laws on a personal shredder processes that Parliament will try to approve even going against regulations and institutions, will focus mainly on one point: the alleged lack of competence of ordinary courts to judge Berlusconi, and the transfer of documents to the Court of Ministers. The reason for this move is easy to understand. In the event that the court had considered the Court's jurisdiction of Ministers, the Parliament will authorize the courts to proceed against the accused. And Parliament, certainly, will deny permission!
We try to understand. He is right to ask for the transfer to the Tribunal of Ministers, or not?Let's see what the law says.

The jurisdiction of the Board of ministerial acts where it deems that the offense was committed as supplemented by the Premier in carrying out its functions.

The point is this. In order for the crime committed falls in the performance of Prime Minister Berlusconi is necessary to show that he was really convinced that Ruby was the nephew of Mubarak, when he made the famous call to the police station. Only in this way the concussion was built to ward off an alleged international crisis between Italy and Egypt. In short, the Constitutional Court, which judges the competence of those who should believe that Ruby, underage prostitute Moroccan, has been really understood by our Prime Minister as a nephew of the former dictator of Egypt.
We want to say that we are in case my word against yours and you want to believe all this? Ok let's face it.
But at this point is not clear why the grandson of a foreign leader was not given to people of faith, having been hand delivered to the care of another prostitute, Michelle.Nor does it explain why Mr Berlusconi has not been more concerned about what had happened to the poor Ruby immediately after the release by the police. You do not even capiscne because Berlusconi has called the Ministry of competence, the Foreign embassy in Cairo to put Mubarak aware of the conditions of his family. And last but not least you do not explain why international relations should rest with the premier and not, as required by the Constitution (Article 95), the Minister concerned that the foreign ministry, Mr Frattini. If they feared a crisis veramnete internazionaletutte these reflections were absolutely necessary.
So at this point to you the thoughts and to you the answers.

Finally, I want to remember that 'Article 317 of the Penal Code, which governs bribery, says: "A public official or the person in charge of a public service, abuse of his position and his powers compels or induces someone to give or promise unduly to him or a third party, money or other benefits, shall be punished with imprisonment from four to twelve years. "

Maurizio ha detto...

cavolo, non me lo sarei mai aspettato!
Grazie a chi si è preso il disturbo di tradurre il post in inglese.
Spero sia fatto bene, perchè sinceramnete non mi va di leggerlo.
Comunque grazie.

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=nCPYBSjr_Ec&feature=feedf