giovedì 24 febbraio 2011

Parcheggi Blu illegali - Multe da contestare

Avete presente quel fastidioso balzello che bisogna pagare, o con i "grattini" o attraverso le apposite macchinette, quando vogliamo parcheggiare la nostra macchina nei parcheggi delimitati dalle famigerate strisce blu?
Sono sicuro che sapete di cosa sto parlando, perchè ormai non solo le grandi città, ma anche i piccoli comuni, per far cassa, hanno ridipinto le strisce tutte di blu.
E avete presente gli ausiliari, vigili, ecc... che camminano per le strade alla ricerca di qualche sbadato o di chi ha finito il tempo, per appioppargli un bel multone?
Bene, state attenti a dove parcheggiate perchè la maggioranza di quei parcheggi sono illegali, e quindi di conseguenza si può contestare la multa.
Volete sapere il perchè? Perchè lo dice la legge!
Il Codice della Strada (art. 7, comma VIII) prevede espressamente che le aree destinate al parcheggio devono essere ubicate fuori della carreggiata. Lo stesso Codice della Strada prevede (art. 3, comma I, n. 7) che per carreggiata debba intendersi la "parte della strada destinata allo scorrimento dei veicoli; essa è composta da una o più corsie di marcia ed, in genere, è pavimentata e delimitata da strisce di margine".
Infine, è opportuno richiamare l'art. 7, comma VIII, del Codice della Strada, secondo cui, sia quando il Comune assuma l'esercizio diretto del parcheggio o affidi il servizio a terzi o installi dispositivi per il controllo automatico della durata della sosta, in ogni caso, è  sempre necessario che nelle immediate vicinanze, sia riservata una adeguata area destinata a parcheggio libero, non soggetto a pagamento (fatta eccezione per le area pedonali,  per le zone a traffico limitato per le altre zone di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta).  
Le aree a pagamento, quelle delimitate dalle famose strisce blu, sono, infatti, (quasi) sempre poste lungo le carreggiate, con buona pace del Codice della Strada e dei cittadini che pagano le multe. Forse vi sembrerà poco credibile, ma è così: tutte le volte che pagate il parcheggio in un'area delimitata da strisce blu poste lungo la carreggiata, pagate un obolo che non vi sarebbe dovuto.
Ma attenzione, non è una mia idea malsana. Il Giudice di Pace di Roma ha, infatti annullato una multa per questo motivo (leggi la sentenza).
In più, visto che ormai ci sto, vi do' un'altra dritta. Come ho detto prima, l'art. 7, comma VIII,  prevede che nelle immediate vicinanze di aree a pagamento, ve ne debbano essere altre a parcheggio libero e gratuito. Inutile dire che anche questa previsione è puntualmente disattesa dalle amministrazioni. Dimostrare il contrario sarà in questo caso onere dell'amministrazione. Anche in questo caso c'è un bel precedente: la Sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n. 116/2007 del 9.01.2007.

La questione è stata sollevata anche dalle Iene. Guardatevi questo filmato.
Ecco il link del video originale

N.B. Prima di procedere con qualsiasi cosa, informatevi per benino e non prendete per oro colato quanto letto, perchè le cose possono sempre cambiare. Io non mi assumo nessuna responsabilità

P.S. Questa è una notizia importante, fatela girare il più possibile, condividetela su facebook o twitter, insomma più sanno meglio è.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

strisce blu illegali". Ecco perché non è vero

http://www.agoravox.it/Iene-strisce-blu-illegali-Ecco.html

mettetevi d'accordo

Anonimo ha detto...

l’articolo 3 comma 1 numero 7 del CdS dice che la carreggiata non è delimitata dal marciapiede, ma da semplici strisce di margine, senza specificare altro, né l’ampiezza e né il colore!
Quindi se seguo alla lettera il CdS, anche la striscia blu può costituire una striscia di margine.

Però il "Regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada", dice che le strisce di margine devono essere bianche eccezzion fatta per i cantieri stradali dove le strisce sono gialle e delimitano la carreggiata provvisoriamente.

Quindi occhio a come impostate l'eventuale causa. Il GdP, se fate riferimento solo al CdS, se è di veduta corta, potrebbe andarvi contro, quindi arrichite la vosta deposizione.

Anonimo ha detto...

dal sito della Polizia Municipale:

http://www.poliziamunicipale.it/aree/stampa.aspx?idt=3&s=4&id=9278


Durante l'ultima puntata di "Le Iene" è stato mandato in onda un servizio abbastanza discutibile sui parcheggi blu a Milano. Secondo quanto dichiarato dalle Iene tutte le strisce blu di Milano (e di conseguenza di tutta Italia) sarebbero illegali. Ma è proprio così? Non proprio...
Già qualche tempo fa nella nostra sezione dedicata alle guide sul codice della strada avevamo dedicato spazio a questo argomento con l'articolo: Le strisce blu sono illegittime? Spesso ma non sempre
Ma vediamo di riportare il passaggio che più ci interessa:
FUORI DALLA CARREGGIATA - Secondo la dottrina, l'espressione "fuori della carreggiata", utilizzata nella definizione di parcheggio di cui al n. 34 art. 3 CDS e ripetuta nel comma 6 art. 7 CDS, deve essere intesa nel senso che di regola il parcheggio deve essere collocato fuori del flusso della circolazione, e non necessariamente fuori della sede stradale. Infatti, da una parte la carreggiata è definita dal n. 7 dell' art. 3 CDS come la "parte della strada destinata allo scorrimento dei veicoli", e quindi non comprende le eventuali aree destinate alla sosta collocate a lato della carreggiata, dall'altra lo stesso art. 7 comma 6 precisa che le aree destinate al parcheggio devono essere ubicate "comunque in modo che i veicoli parcheggiati non ostacolino lo scorrimento del traf..........