lunedì 23 febbraio 2009

Perchè Sanremo è . . .

Bhè non diciamo cos'è che è meglio!!!
Per fortuna (almeno per me), c'è la Gialappa's Band che, come ormai da anni, mi allieta (quando guardo il festival) con la loro diretta su RadioDue, dove con la loro proverbiale capacità di ridere di tutto e di tutti fanno passare le ore, a volte anche senza riuscire a sentire una canzone (non tutto il male viene per nuocere).
Quest'anno però c'era una canzone davvero bella e per niente sanremese, infatti la prima sera è stata buttata fuori!!! Parlo della canzone degli Afterhours.Questa canzone è piaciuta naturalmente (dico naturalmente perchè hanno una cultura musicale mostruosa e veramente ottimi gusti) anche al trio della Gialappa's. Appena finita la performence sul palco, Manuel Agnelli, voce e leader degli Afterhours, si è fermato ai microfoni di RadioDue e ha regalato una bellissima performance acustica ed esclusiva per RaiDireSanremo della sua canzone, suonata sulle scale del retropalco e al microfono del "cialdone". Sono riuscita a trovarla e ve la regalo!


Download - Afterhours "Il paese è reale" (versione acustica per la Gialappa's Band a RaiDireSanremo-RadioDue)

Naturalmete un discorso a parte merita anche la vera vincitrice di questo Sanremo. Quella che ha fatto il vero "botto" con una canzoncina che ascoltata una sola volta, ti si piazza subito in testa e non si schioda più!!!
Parlo di Chicken Little Arisa. Ecco la sua esibizione!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

“E’ un testo interventista che dice che bisogna darsi da fare perchè tutto intorno a noi muore per mancanza di iniziativa“, ha detto Manuel Agnelli.

TESTO-Il paese è reale

Dici sempre le preghiere
Conti sempre fino a dieci e
Preghi ancora che
Non tocchi a te
Decidere
Piangi fermo in tangenziale
Inseguivi una cazzata
Era splendida e dorata
Fresca e avvelenata
Ma il paese da affondare
Tutto intorno a te a ballare
Bestemmiando disprezzare
E riderci un po’ su
E tu vuoi far qualcosa che serva
E farlo prima che il tuo amore si perda
Non ti accorgi che se lo vuoi tu
Quel che valeva poi non vale più
Se ti han detto resta a casa
Vola basso non scocciare
Se disprezzi puoi comprare
Se vale tutto niente vale
Se non sai più se sei un uomo
Se hai paura di sbagliare
Se hai voglia di pensare
Che fra poco è primavera
Adesso fa qualcosa che serve
Che è anche per te se il tuo paese è una merda
C’è una strada in mezzo al niente
Piena e vuota della gente
E non porta fino a casa
Se non ci vai tu
Io voglio fa qualcosa che serva
Fammi far solo una cosa che serva
Dir la verità è un atto d’amore
Fatto per la nostra rabbia che muore

maicuccia ha detto...

ziooo ma ke fantasiaaaa...io nn ci avrei mai pensato a CHICKEN LITTLE però dai ci assomiglia muahahah ke billu!

Maurizio ha detto...

amore mio....ciao!!!! Visto che bravo?
ti voglio tanto bene

Anonimo ha detto...

completamente stregato da arisa